La Maisonnette nasce nel 1980

come Nido e Scuola dell’Infanzia italo-francese e si propone come un centro educativo a misura di bambino. Il bambino è al centro del progetto educativo ed in coerenza con tale enunciato la scuola si impegna ad accogliere e a proporre una pluralità di modi di accesso alle conoscenze perché diversi e molteplici sono i linguaggi che il bambino dispone e adopera per scoprire il mondo.

A partire dagli anni’90 viene introdotta nel programma di offerta formativa anche la lingua inglese e con l’avvio dell’A.S. 2021-2022 nasce il Multilingual Education Institute 2.0: un progetto di scuola primaria ad approccio culturale internazionale con curriculum interdisciplinare e apprendimento plurilingue.

Plurilinguismo ed interculturalità sono i punti cardini del “fare” educazione e della “prospettiva” educativa a cui La Maisonnette ambisce. Essi sono indispensabili per una educazione alla cittadinanza attiva e democratica e la pluralità delle lingue rappresenta un’opportunità di vivere in una società aperta e inclusiva in cui tutti possono sentirsi riconosciuti e accolti.

Al fine di incoraggiare il piacere per l’apprendimento il Multiligual Education Institute 2.0 pone una forte enfasi sulla proposta di un curricolo coinvolgente e attentamente progettato per formare un continuum dal Nido alla Scuola Primaria.

Oltre alla proposta di nuove materie interdisciplinari che consentono confronto ed esperienza diretta, la Scuola avvia un percorso innovativo nella metodologia e nella didattica con una nuova prospettiva educativa, linguistica e interculturale. La presenza dell’inglese e della seconda lingua comunitaria, intese come lingue di socializzazione,  rappresentano l’occasione straordinaria  per offrire una proficua “contaminazione” tra i saperi e lavorare sulle competenze linguistiche e interculturali che gli alunni devono possedere alla fine del primo ciclo di istruzione. Le lingue  non solo sono insegnate come materia, ma servono anche come veicolo per l’insegnamento di altre discipline ed è per questo che occupano un posto centrale nel progetto della scuola.

Ad essere promosso è un Trilinguismo in cui la lingua è vissuta piuttosto che concepita come un sostituto della prima lingua. Tutti gli studenti sono incoraggiati a sviluppare e mantenere la loro lingua madre ma la sensibilizzazione e l’acquisizione linguistica di altri codici comunicativi consentono al bambino al termine del ciclo di avere un’idea di se stesso come soggetto plurilingue.

“L’educazione è l’arma più potente che si possa usare per cambiare il mondo”
Nelson Mandela